Bando Veneto per la concessione di contributi finalizzati all’acquisto di sistemi di accumulo

Con la delibera della Giunta regionale n. 840 del 19 giugno 2019 è stato approvato il bando di incentivazione dei sistemi di accumulo di energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici per l’anno 2019.

Il provvedimento stanzia un totale di 2 milioni di euro, con un contributo a fondo perduto per le spese sostenute per l’acquisto ed installazione di un sistema di accumulo che le copre per il 50%, fino ad un massimo di 3.000€.

Dove compatibile, il contributo previsto dal bando è cumulabile con l’agevolazione fiscale del 50%!

Il contributo sarà concesso mediante una procedura per via telematica, questi i passi fondamentali:

  1. Accreditamento (richiesta delle credenziali) dalle ore 09:00 del giorno 24 giugno 2019 fino alle ore 15.00 del giorno 25 luglio 2019, al seguente link: 
    https://siu.regione.veneto.it/GUSI/servlet/PublicAdapterHTTP?ACTION_NAME=ENTER_PUBLIC&NEW_SESSION=TRUE&procedureName=A29
     
  2. Presentazione delle domande dalle ore 09:00 del giorno 8 luglio 2019 fino alle ore 15.00 del giorno 31 luglio 2019 al seguente link: 
    https://web1.regione.veneto.it/cas/login?service=https%3A%2F%2Fsiu.regione.veneto.it%2FDomandePRU%2Fjsp%2Fload.jsp&tipoProgramma=null
     
  3. Rendicontazione finale entro il 13 dicembre 2019.

ATTENZIONE: le domande verranno valutate secondo l’ordine cronologico di presentazione fino a capienza dello stanziamento previsto; la data dell’8 luglio si prevede quindi un “CLICK DAY”.

Regole per l’accesso al contributo:

  • Essere esclusivamente privati cittadini.
  • La domanda di partecipazione può essere presentata esclusivamente dal soggetto titolare dell’impianto fotovoltaico che ha sostenuto o sosterrà la spesa per l’acquisto e installazione del sistema di accumulo.
  • Il beneficio è previsto esclusivamente per sistemi installati nella Regione Veneto dal 1 gennaio 2019 e rendicontati entro la scadenza del 13 dicembre 2019.
  • Il sistema di accumulo deve essere abbinato ad un impianto fotovoltaico già esistente o di prossima realizzazione di potenza fino a 20 kW.
  • Possono partecipare al bando anche i Soggetti Responsabili di impianti fotovoltaici incentivati (ad eccezione di quelli del 1° Conto Energia).

Dati richiesti per presentare la domanda:

a) copia del documento di identità del richiedente;
b) copia del preventivo o fattura, dettagliato/a in voci di costo, per l’acquisto e l’installazione del sistema di accumulo;
c) copia del preventivo o fattura, dettagliato/a in voci di costo, per l’acquisto e l’installazione del contatore aggiuntivo (se previsto);
d) “dichiarazione dell’installatore del sistema di accumulo ” (Allegato 2 al presente bando), completa di copia di documento d’identità dell’installatore e contenente le seguenti informazioni e dichiarazioni, pena non ammissibilità della domanda:

  1. Tipologia di sistema di accumulo utilizzato (meccanico, elettrochimico, ecc.): nel caso in cui si utilizzi un accumulatore elettrochimico si devono indicare anche la tecnologia di celle con cui si realizza la batteria (ad es. piombo, ioni di litio, sodio, nickel cloruro ecc.);
  2. Profondità di scarica (DOD), espressa in percentuale;
  3. Energia nominale (E), espressa in kWh;
  4. Numero di cicli di vita dichiarati dal produttore (Nd), specificando la profondità di scarica (DOD) di riferimento a cui tale numero è stato calcolato, espressa in percentuale e la capacità residua (Cd) del sistema di accumulo, espressa in percentuale;
  5. Dichiarazione che il sistema è dotato di Marcatura CE;
  6. Dichiarazione che il sistema di accumulo (esclusi gli impianti off-grid) è/sarà connesso secondo una delle modalità previste nella norma CEI 0-21;
  7. Dichiarazione che il sistema di accumulo è stato/sarà installato in conformità alle norme vigenti.

È necessario, pena la non ammissibilità della domanda, allegare online la suddetta documentazione esclusivamente in formato PDF, compilata in tutti i campi e sottoscritta con firma autografa, ad eccezione della dichiarazione dell’installatore del sistema di accumulo (lettera d), che può essere firmato digitalmente in formato P7M.

Nella domanda deve inoltre essere dichiarato:

  • l’indirizzo di posta elettronica certificata o l’indirizzo al quale ricevere ogni comunicazione relativa alla domanda di contributo;
  • l’accettazione delle condizioni del bando;
  • la disponibilità per le indagini tecniche e controlli che Regione del Veneto riterrà opportuno effettuare;
  • l’impegno a comunicare tempestivamente, ed in ogni caso prima dell’erogazione del contributo, ogni eventuale variazione anagrafica.
  • l’avvenuto pagamento dell’imposta di bollo attualmente vigente pari a 16,00 Euro, dovuta per tutte le istanze agli uffici pubblici ai sensi del D.P.R. 642/1972.

Come si calcola il contributo

Il contributo spettante è attribuito individuando due quote:

Quota A

Si determina in base ai dati salienti del sistema di accumulo (numero di cicli di vita, DOD, energia residua); viene calcolato un coefficiente, che può raggiungere un massimo di 0,5, che, moltiplicato per il costo del sistema di storage, fornisce il contributo per la quota A.

Quota B

È pari al 50% della spesa sostenuta per l’installazione del sistema di accumulo, fino ad un importo massimo di 300€.

Si evidenzia che la somma delle quote A e B non può in ogni caso superare il valore massimo di contributo massimo di 3.000 €.

Rimangono esclusi dal finanziamento:

  • l’acquisto e l’installazione dell’impianto fotovoltaico;
  • le spese per gli interventi edilizi relativi all’installazione del sistema di accumulo;
  • le spese accessorie relative agli adempimenti richiesti dal GSE e/o dal distributore di energia elettrica e le eventuali spese di consulenza per l’assistenza sul presente Bando da parte di professionisti.
  • le spese per sistemi di accumulo realizzati e pagati in data antecedente al 1 gennaio 2019.